TIPOLOGIA DEI PIANI E AREE DI INTERVENTO

I Piani Formativi possono essere:

Interaziendali: interessano un insieme di Aziende (minimo 2)

  • Devono riguardare almeno 2 dirigenti
  • Una singola Azienda può risultare beneficiaria di un solo Piano Formativo

Aziendali Individuali

  • interessano una singola Azienda
  • vengono sostenuti dal Fondo attraverso il finanziamento di singoli “voucher” formativi
  • un singolo dirigente può comunque risultare beneficiario fino a un massimo di due “voucher” per Piani Formativi differenziati per area tematica.

Le attività fruibili tramite “voucher” possono essere proposte nella forma di corsi, individuali o di gruppo, seminari, project work, di durata e costi variabili nel limite massimo previsto dal presente Avviso.

Ai fini dell’esame del Progetto Formativo le Aziende a firma del Legale Rappresentante ai sensi del D.P.R. 445/2000 (rif. Cap. 11) devono dichiarare il numero dei lavoratori dipendenti.

Sono previste le seguenti tre aree tematiche di intervento a cui dovranno indirizzarsi in modo esclusivo o prioritario, i piani formativi proposti. All’interno del piano formativo dovrà essere indicato l’asset prioritario mentre l’eventuale collegamento con altre aree di intervento potrà essere descritto all’interno della prima sessione del Piano Formativo.

  1. Innovazione organizzativa, di processo e/o di prodotto

L’Avviso finanzierà Piani formativi finalizzati allo sviluppo di competenze manageriali per supportare e promuovere la diffusione della cultura dell’innovazione all’interno dell’Azienda per acquisire un vantaggio competitive sul mercato che sia duraturo e sostenibile nel tempo.

A titolo esemplificativo i contenuti  potranno riguardare i seguenti temi:

  • Diffusione della cultura dell’innovazione
  • Innovazione dei modelli di business
  • Strategic Smart Working
  • Digitalizzazione delle imprese
  • Le politiche di prezzi e segmenti di vendita
  • Le tecniche di comunicazione e promozione
  • Project Management: tecniche per la gestione dei progetti
  • Innovation Project Management: tecniche per avviare e gestire progetti innovative
  • Gestione finanziaria

2. Rischio di impresa

L’Avviso finanzierà Piani formative finalizzati allo sviluppo di competenze manageriali per sviluppare un approccio proattivo alla gestione del rischio a supporto dei processi decisionali

A titolo esemplificativo i contenuti potranno riguardare i seguenti temi:

  • Mappare i principali rischi operativi dell’azienda
    • Strumenti operativi per la gestione del rischio
    • Strategie di trattamento del rischio
    • Diffusione della cultura del rischio in azienda
    • Codice sulla crisi d’impresa e responsabilità conseguenti

3. Sviluppo sostenibile economico sociale e ambientale

L’Avviso finanzierà Piani formative finalizzati allo sviluppo di competenze manageriali per agevolare la transizione alla sostenibilità delle imprese.

A titolo esemplificativo i contenuti potranno riguardare i seguenti temi:

  • Ricerca e sviluppo nuove tecnologie
  • Green economy – Economia Circolare – Blue Economy
  • Progettazione e realizzazione di un Sistema di Gestione della Responsabilità Sociale
  • Finanza sostenibile
  • Passaggio generazionale e inclusione

Esclusioni:

saranno esclusi dal finanziamento:

  • I Piani Formativi che non sono chiaramente inquadrati ed inerenti all’Area tematica oggetto dell’intervento selezionato,
  • I Piani Formativi che riguarderanno unicamente la applicazione normativa in materia di protezione dei dati personali
  • I Piani formativi per lo sviluppo delle competenze linguistiche, di qualunque livello, anche se inserite in un percorso unito ad altre tematiche previste dall’Avviso,
  • I Piani Formativi per conformarsi alla normativa nazionale in materia di formazione obbligatoria secondo quanto stabilito dal Decreto Direttoriale n. 27 del 12 settembre 2014 con cui il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha approvato il Regolamento per la concessione di Aiuti alle imprese per l’attività di formazione continua ai sensi del Regolamento UE n. 651/2014. Non può essere finanziata la formazione in materia di Sicurezza del Lavoro (formazione generale, specifica, antincendio, primo soccorso, RLS Dirigenti, Preposti, RSPP, DPI, PLE, spazi confinati, Lavoratrici Madri, Lavoro Notturno, ecc.).
  • I Piani Formativi incentrati unicamente su un addestramento tecnico per l’introduzione e l’utilizzo di software e gestionali.