AVVIABILITA’ DEI PIANI FORMATIVI AZIENDALI INDIVIDUALI E INTERAZIENDALI (METODI E TEMPI)

I Piani formativi dovranno essere avviati entro 30 giorni (escluso il mese di agosto ed il periodo dal 22 Dicembre al 10 Gennaio dell’anno successivo) dalla data di approvazione del finanziamento da parte del Consiglio di Amministrazione del Fondo Dirigenti PMI e riportata nella graduatoria pubblicata sul sito www.fondodirigentipimi.it e nella Convenzione tra Fondo Dirigenti PMI e Soggetto Proponente. Non sono ammesse proroghe.

Si prenderanno in esame richieste di proroga solo in presenza di cause di forza maggiore che dovranno essere adeguatamente dimostrate e che in ogni caso il Fondo Dirigenti PMI si riserva di controllare e valutare con suo giudizio insindacabile. La data di avvio delle attività formative approvate ed ammesse a finanziamento dovrà essere debitamente comunicata al Fondo Dirigenti PMI, tramite posta certificata (PEC) con dichiarazione redatta in termini di autocertificazione (ai sensi dell’art. 45 della legge 445/2000) dal Legale Rappresentante del soggetto proponente.

Unitamente alla comunicazione di avvio delle attività, devono essere trasmesse le informazioni di dettaglio relativamente al calendario delle attività formative previste dal piano nonché l’elenco dei nominativi/dirigenti coinvolti e il link di collegamento alle sessioni di formazione a distanza (se formazione a distanza) e indirizzo completo della sede (se formazione in presenza) per consentire i controlli di legge “in itinere”.

Il Calendario delle attività formative, per ovvie ragioni logistiche e organizzative, deve essere formalmente rispettato.

Qualora si rendessero necessarie, per cause di forza maggiore documentate, variazioni di data e/o di orario, saranno accettate un massimo di cinque modifiche. Oltre il Fondo Dirigenti PMI si riserva di valutare penalizzazioni economiche sino ad un massimo del 20% del finanziamento da erogare.